Tacchino arrosto con cavolo nero e salsa alle mandorle

IMG_4733Ingredienti

  • due cosciotti di tacchino
  • 1 kg di cavolo nero
  • 6 patate, preferibilmente di montagna
  • un gambo di sedano
  • due scalogni
  • alloro, aglio, rosmarino
  • un cucchiaino di semi di finocchio
  • una manciata di mandorle tostate
  • limone
  • sale alle erbe, pepe aromatico
  • olio d’oliva e.v.

Strofinate due cosciotti di tacchino con limone, sale alle erbe e un po’ di pepe, quindi metteteli in forno molto caldo con una costola di sedano a listarelle non troppo sottili, un paio di scalogni divisi a metà, abbondante alloro, uno spicchio d’aglio, un rametto di rosmarino, un cucchiaio di semi di finocchio. Cuoceranno in 30’-40’.

Quando saranno ben dorati, toglieteli dal forno e lasciateli intiepidire, quindi staccate la carne dall’osso, sfilettatela e disponetela in un largo piatto di portata che possa andare in forno.

Filtrate il sugo e tenetelo da parte. Eliminate aglio, rosmarino e alloro e mettete nel mixer scalogni e sedano. Aggiungete le foglie lavate di un gambo di sedano, un pugno di mandorle tostate, un cucchiaio d’olio d’oliva, sale e pepe aromatico e unite man mano l’acqua necessaria a rendere cremosa la salsa.

Intanto avrete cotto a vapore il cavolo nero e le patate. Tagliate le parti più dure ( che potrete utilizzare per una zuppa), disponete le foglie del cavolo tagliate grossolanamente e le patate in quarti intorno al tacchino, versate il sugo caldo sulla carne e passate brevemente in forno.

Servite con la salsa a parte, leggermente intiepidita.

Un pensiero su “Tacchino arrosto con cavolo nero e salsa alle mandorle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...