Involtini di prugne

IMG_7041Ingredienti per 4 persone

  • 12 fette di speck
  • 12 prugne secche denocciolate
  • 3 foglie d’alloro
  • olio

Avvolgere una sottile fettina di speck intorno ad ogni prugna secca denocciolata, fermando con lo stuzzicadenti.

Mettere gli involtini in una padella antiaderente, leggermente unta d’olio, con le foglie di alloro ed eventualmente un cucchiaio d’acqua. Far insaporire per dieci minuti a fiamma media.

Servire caldi caldi.
Calcolare tre involtini a persona.

Zuppa di ceci e funghi

IMG_6563Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di ceci secchi fatti ammollare
  • 300 g di funghi champignon
  • 80 g di funghi porcini secchi
  • uno scalogno
  • 150 g di pancetta affumicata
  • 200 g di passata di pomodoro
  • prezzemolo
  • un dado vegetale
  • una costa di sedano
  • olio e.v.o.

Lessare i ceci con un dado vegetale e una costa di sedano.
Trifolare i funghi champignon con l’olio e l’aglio unendo anche i funghi porcini già ammollati.
Far soffriggere uno scalogno, aggiungere la pancetta e farla rosolare . Unire quindi la passata di pomodoro e cuocere per 10 minuti.
Unire i tre preparati e far insaporire bene tutto insieme.
Spolverare con abbondante prezzemolo tritato e servire caldo.

Boletus edulis, acquerello di Marco Massimiani

Purè di fave con la cicoria

Piatto della cucina pugliese

IMG_7030Ingredienti per 4 persone

  • 250 g di fave secche
  • 700 g di cicoria di campo o coltivata
  • olio e.v.o.
  • sale
  • alloro

Lasciare a bagno in acqua fredda le fave secche per 4 ore (o secondo le istruzioni riportate sulla confezione). Mettere a cuocere in una pentola alta, con una foglia di alloro, ben coperte con acqua fredda, a fiamma bassa per circa due ore. Aggiungere una presa di sale e girare energicamente con la frusta in modo che assuma la consistenza di un purè.

Lessare la cicoria, possibilmente quella di campo, e scolarla conservando un po’ di acqua di cottura.
Unire fave e cicoria (c’è chi preferisce mescolarli insieme e chi invece li affianca), aggiungendo al purè un po’ dell’acqua di cottura della verdura, condire con abbondante olio extravergine di oliva e servire ben caldo.

Torta della nonna

IMG_7034Ingredienti

Per la crema pasticcera

  • ¾ di litro di latte di soia
  • 3 cucchiai di farina di riso non troppo colmi
  • 6 cucchiai colmi di zucchero
  • 3 tuorli
  • scorza di limone

In un tegame sbattere i tuorli con lo zucchero; aggiungere un po’ alla volta, continuando a girare, la farina. Unire lentamente, e sempre continuando a girare, il latte riscaldato con la scorza del limone, mettere la pentola sul fornello, a fiamma molto bassa, girando lentamente senza mai fermarsi e nello stesso verso. Appena si solleveranno le prime bolle, spegnere il fornello, togliere la scorza del limone (altrimenti diventa amara) e lasciar raffreddare, rimescolando di tanto in tanto per evitare che si formi lo strato solido in superficie.

Per la pasta frolla

  • 250 g farina (mix di farine senza glutine né lattosio c/o i supermercati)
  • 100 g margarina di soia (fatta ammorbidire)
  • 100g zucchero
  • 1 tuorlo e 1 uovo intero ( a temperatura ambiente)
  • la scorza di un limone grattugiata
  • un pizzico di sale

Lavorare tutti gli ingredienti insieme e lasciar riposare per mezz’ora circa. Stendere nella teglia da forno la pasta frolla con il bordo un po’ alto e infornare per 30 minuti a 170°. Sfornare, versare la crema e lasciar raffreddare. Guarnire con scaglie di cioccolato fondente, pinoli, mandorle e nocciole tostate e spezzettate.