Bicchierino dolce di crema e frutta

dalla cucina di Paola…


IMG_6472

Ingredienti per 4 bicchieri

  • 3 biscotti senza glutine
  • una manciata di mandorle
  • 2 uova
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • una manciata di corn flakes (o di fiocchi di riso)
  • fecola di patate
  • un bicchiere e mezzo di latte di riso (o di soia)
  • frutta fresca ( pesche albicocche prugne ciliegie fragole)

Preparate un crumble : mezzo uovo sbattuto con un cucchiaio di zucchero, a cui aggiungerete una manciata di mandorle finemente pestate, tre biscotti sbriciolati, una manciata di corn flakes. Mettete il composto in forno a 200° per 15’. Appena si sarà intiepidito, sbriciolatelo grossolanamente e tenete da parte.

Preparate quindi due creme pasticcere: una crema bianca, con un uovo, un cucchiaio di zucchero, un cucchiaino di fecola, un bicchiere di latte di soia, e un’altra che preparerete con mezzo uovo, mezzo cucchiaio di zucchero, poca fecola, mezzo bicchiere di latte, un quadrotto di cioccolata fondente.
Dopo aver lavato e tagliato a pezzetti la frutta, ammorbiditela in padella, aggiungendo un po’ di zucchero se usate frutta molto acidula.

Quando tutto sarà intiepidito, alternate nei singoli bicchieri uno strato di frutta, uno strato di crema al cioccolato, altra frutta, uno strato di crema bianca, e completate con il crumble.

Mettete i bicchieri in frigorifero fino al momento di servire.

Peperoncini piccanti ripieni

 dalla cucina di Maria Vittoria… 


IMG_4735

E’ un antipasto colorato e appetitoso che assume sfumature diverse passando da Venezia alla Toscana al Lazio : preparandolo in casa si può giocare sulle intensità del piccante e sulla consistenza del peperone.
Per il suo sapore deciso sta bene in un menu che prevede salumi o carni, oppure verdure di altrettanta “prestanza”.

Ingredienti per 6 persone

  • una ventina di peperoncini tondi rossi
  • aceto rosso a piacere
  • un pizzico di sale
  • 2 scatole di tonno
  • una manciatina di capperi sotto sale
  • alcune alici sott’olio
  • alcune foglioline di basilico

Lavare e asciugare i peperoncini, togliere la calottina e svuotarli, lasciando un certo spessore. Mettere a bollire dell’acqua con un po’ di sale e aceto rosso nella quantità desiderata, in un tegamino che li contenga di misura ( non dovranno essere sballottolati). Nel frattempo frullare del tonno in scatola, i capperi sotto sale, alcune alici sott’olio.
Quando l’acqua bolle, immergere i peperoncini e farli cuocere a fiamma moderata. Il tempo di cottura varia in base a ciò che volete ottenere : se li preferite molto sodi, sono sufficienti 10 minuti, se li volete più morbidi continuate la cottura per altri 10 minuti.
(Qualcuno non li cuoce nemmeno nell’acqua; li tiene una notte nell’aceto… e li gusta tosti e piccanti assai!).
Togliete i peperoncini dall’acqua con un mestolo forato, adagiateli su un tagliere e riempiteli con il composto preparato, mettendo sopra a ciascuno un cappero e una fogliolina di basilico.

Spaghetti ai sapori marinari

 dalla cucina di Maria Vittoria… 


Ecco un semplice condimento al sapore di mare.

IMG_6271
Ingredienti per 5-6 persone

  • 500 g di spaghetti di mais
  • 3-4 cipolline fresche
  • qualche acciuga sott’olio
  • una manciatina di capperi sotto sale
  • 3 pomodori verdi
  • prezzemolo
  • olio d’oliva e.v.

Tagliare a rondelle finissime alcune cipolline fresche e imbiondirle in padella con poco olio d’oliva ; aggiungere qualche acciuga sott’olio, una manciatina di capperi sotto sale ben lavati ( se sono molto piccoli lasciateli interi, altrimenti tagliuzzateli) , del pomodoro non troppo maturo a pezzetti piccoli e infine un po’ di prezzemolo tritato. Versare la pasta in padella, mescolare bene per insaporire.

(Piantina di cappero, foto di Patrizia Zoccai)

Seppie in zimino

 dalla cucina di Maria Vittoria… 


IMG_4427

 E’ un piatto che appartiene alla cucina ligure e toscana.

Io l’ho felicemente scoperto in Versilia, da Fabio al bagno Piemonte, ma la ricetta che propongo è semplificata e senza pomodoro.
Sugoso e ricco di sapore, potete accompagnarlo con crostini di pane senza sale (per chi può mangiarlo) o con fette sottili di polenta abbrustolita.
Io uso sia le seppie fresche sia quelle surgelate, in ogni caso preferisco quelle piccoline.

Ingredienti per 6 persone

  • 8 hg di seppie
  • 1 kg di bietole (bieta)
  • una cipolla, uno spicchio d’aglio, un ciuffo di prezzemolo
  • olio d’oliva e.v.
  • vino bianco secco, mezzo bicchiere
  • sale e peperoncino

La preparazione delle seppie richiede un po’ di pazienza : dopo averle ben lavate (o scongelate) vanno tagliate per il lungo e private delle parti dure.
Lavare anche la bieta, togliendo le costole se sono grosse, e spezzettarla con le mani.
In un tegame dal fondo spesso, o in una pentola di coccio, scaldare un po’ d’olio con uno spicchio d’aglio, togliere l’aglio e soffriggere leggermente un battuto di cipolla, mettere quindi le seppioline e farle andare a fuoco medio per una decina di minuti. Sfumare con il vino e salare, quindi aggiungere la bieta, mescolare e mettere il coperchio. Cuocere per 30-40 minuti, aggiungere quasi alla fine il prezzemolo tritato e un po’ di peperoncino.