Zucca alla griglia

Ingredienti

  • una zucca mantovana
  • olio
  • sale, pepe
  • semi di finocchio selvatico

Sbucciare  la zucca , togliere i semi e  tagliare a fette spesse 1 cm circa. Riscaldare un tegame antiaderente ( o una griglia ) con pochissimo olio sul fondo, sistemare le fette di zucca e farle cuocere da un lato e dall’altro ( deve formarsi una crosticina).

Sistemare su un piatto, salare,  spolveratina di pepe e, se piace, semi di finocchietto selvatico.

Può essere un contorno, ma anche una entrée.

Riso con germogli di soia, calamari e totani

dalle ricette degli amici…


Improvvisazioni italo-orientali

IMG_6491 Ingredienti:

  • 250 gr di riso
  • 300 gr di germogli di soia freschi
  • 300 gr di totani e calamari piccoli
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • erbe aromatiche: aglio, origano, curcuma, pepe, zenzero fresco grattugiato
  • sale e olio

Cuocere a vapore i germogli di soia che devono rimanere croccantini; metterli da parte e con l’acqua rimasta cuocere il riso, scegliendo a piacere la modalità: lessandolo semplicemente o tipo pilaf con l’aggiunta di un po’ di olio.

Far rosolare i totani e i calamari tagliati a listarelle in una padella con un po’ di olio aromatizzato con l’aglio (da togliere o meno a seconda dei gusti) e tutte le altre erbe aromatiche, aggiungere il vino e proseguire per 10-15 minuti a fuoco lento e con il coperchio, in modo che si mantenga il liquido.

Ripassare in padella i germogli con un po’ di olio e origano, aggiungere il riso e rimescolare bene.
Servire il riso con i calamari in umido e la loro salsina.

(Acquerello di Luigi Simonetta)

Spaghetti di mais al radicchio e speck

dalle ricette degli amici…


 IMG_5602Ingredienti

• 350 gr di spaghetti di mais
• mezzo radicchio tondo di Chioggia
• 1 cipolla rossa piccola o uno scalogno
• 1 hg di speck
• olio
• sale, pepe

In un tegame largo e basso far soffriggere la cipolla tritata con un po’ di olio ( spesso la faccio cuocere solo con acqua e una volta ammorbidita aggiungo l’olio), aggiungere lo speck a filetti, poi il radicchio tagliato sottile.
Far cuocere per una decina di minuti mentre fate scaldare l’acqua della pasta ( in alternativa agli spaghetti, va benissimo anche il formato corto, come le mezze maniche).

Aggiungere alla salsa la pasta scolata e mantecare, aggiustare di sale e pepe, secondo i gusti.

Polenta con stufato al vino

dalle ricette degli amici…

 IMG_4440

Polenta con stufato al vino

A Nella piace mischiare i vari tipi di farina per la polenta. In questa sua ricetta la polenta giallo-scura accompagna un sugosissimo stufato di manzo.

Ingredienti per 6 persone

Per la polenta :
• 300 gr di farina di mais bramata
• 100 gr di farina di mais fioretto
• 100 gr di farina di grano saraceno
• sale, olio

Mescolate le farine e procedete a cuocere la polenta. ( Nella aggiunge due cucchiai d’olio prima che l’acqua arrivi all’ebollizione).

Per lo stufato :
• 800 gr di scamone di manzo a pezzettini
• 3 carote
• 3 gambi di sedano
• 3 cipolle di media grandezza
• uno spicchio d’aglio ( facoltativo)
• un litro di vino rosso corposo ( barolo/chianti…)
• sale, pepe in grani, bacche di ginepro, chiodi di garofano, cannella in stecca ( a piacere)
• salvia, alloro
• olio d’oliva e.v.

Lavate le verdure, tagliatele a pezzi grossi e mettetele in un tegame di coccio insieme alla carne, agli odori, alle spezie (sulla quantità regolatevi secondo il vostro gusto), e al sale. Ricoprite per bene con il vino e lasciate marinare una notte ( 12 ore circa). Fate cuocere a fuoco lento per circa 3 ore. A cottura ultimata passate tutto il sugo al passa pomodoro, quindi rimettetelo nel tegame per qualche minuto, controllandone la densità.

Variante : dopo la marinatura eliminate il vino ; rosolate la carne nel tegame con un po’ d’olio, quindi aggiungete dell’altro vino e le verdure scolate dalla marinatura. Procedete poi come sopra.

In ogni caso, servire con la polenta calda!

La polenta