Biancomangiare alla melissa

dalle ricette di Auretta…


IMG_5651

La melissa, se non l’avete nell’orto, la potete trovare sulle rive dei fossi, o comunque su terreni freschi, morbidi e ricchi di humus.
Lo sciroppo di melissa si può trovare nei negozi di prodotti biologici.

Ingredienti per 6 persone

  • 600 ml di latte di mandorla naturale
  • 120 gr di zucchero (anche di canna)
  • 80 gr di amido di mais
  • 80 gr di farina di mandorle
  • una stecca di vaniglia
  • 3 cucchiai di sciroppo di melissa
  • 2 cucchiai di melissa tritata
  • buccia grattugiata di 1/2 limone
  • 6 foglie di melissa per decorare
  • olio di mandorle per ungere gli stampi

Far scaldare 500 ml di latte di mandorle con la stecca di vaniglia aperta longitudinalmente e quando giunge ad ebollizione spegnere il fuoco e far raffreddare. Prendere la bacca di vaniglia e, con l’aiuto di un coltellino, grattare i piccoli semi e lasciarli nel latte.

Tritare grossolanamente la melissa, versare nel bicchiere del frullatore ad immersione con i restanti 100 ml di latte di mandorle, frullare fino a sminuzzare completamente le foglioline. Prendere 6 stampini individuali da budino e ungere con pochissimo olio di mandorle.

In una casseruola mescolare l’amido, lo zucchero e la buccia grattugiata di limone e aggiungere poco per volta il latte di mandorla mescolando attentamente con una frusta. Fare bene attenzione che non si formino grumi e rimettere sul fuoco, portare ad ebollizione sempre mescolando, aggiungere la melissa frullata, far sobbollire per un paio di minuti, spegnere il fuoco, aggiungere lo sciroppo di melissa, mescolare.

Suddividere il composto negli stampini e far raffreddare per almeno tre ore. Rovesciare ogni stampino su di un piatto e servire con una fogliolina di melissa fresca.

(La fotografia riprende una porzione di immagine alla pagina 45 di “Le erbe”, di Ann Bonar, Edizioni della Specola, 1990)

Verso la primavera

La primavera astronomica è appena arrivata, e la stagione è ancora ballerina…

verso la primavera 2
In questo momento dell’anno abbiamo ancora parecchi ortaggi invernali, ma stanno arrivando le primizie primaverili, come piselli, fave, puntarelle…

Ecco quindi il menu che vi proponiamo oggi : una composizione a quattro mani, con ortaggi di stagione nel primo piatto di pasta e nel ricco contorno, un saporito involtino e una gelatina di arance per congedarci dall’inverno.

 


 

dalla cucina di Anna…

Pasta al forno con il cavolfiore

dalla cucina di Nives…

Involtini di pollo al rosmarino

dalla cucina di Maria Vittoria…

Vignarola

dalla cucina di Patrizia…

Gelatina di arance e limone

Pasta al forno con il cavolfiore

 

 dalla cucina di Anna…


Piatto della cucina pugliese

IMG_5631

Ingredienti per 4-6 persone

  • 700 gr di cimette di cavolfiore
  • 350 gr di penne di mais
  • una cipolla media
  • 70 gr di olive di Gaeta
  • 100 gr di pancetta
  • pangrattato di mais
  • olio d’oliva e.v.
  • sale e pepe

In un ampio tegame far rosolare con l’olio una cipolla affettata sottile e la pancetta a dadini . Aggiungere il cavolfiore tagliato a cimette e già lessato, le olive di Gaeta a pezzetti, il pepe. Far cuocere per qualche minuto.

Unire le penne di mais cotte molto al dente e amalgamare bene. In una teglia da forno oliata sul fondo, versare il composto e spolverare con pangrattato di mais.

Infornare per 20 minuti a 220° e poi accendere il grill per altri 10 minuti circa, in modo da far gratinare la superficie.

Vignarola

  dalla cucina di Maria Vittoria… 


E’ adesso il momento della vignarola : finché ci sono ancora i carciofi, e con le fave fresche in arrivo assieme ai piselli. Ortaggi primaverili in un piatto ricco e saporito della tradizione romana.

IMG_5633

Ingredienti per 4 persone

  • 300 gr di fave fresche sgranate           ( corrispondenti a circa un kg di fave col baccello)
  • 300 gr di piselli freschi sgranati           ( corrispondenti a circa 800 gr di piselli col baccello)
  • 3 carciofi
  • mezza cipolla
  • olio d’oliva e.v.
  • un po’ di brodo vegetale ( anche di dado)

Affettare sottilmente la cipolla, e farla appassire in un tegame di coccio.

Intanto tagliate a spicchi i carciofi, a pezzetti i gambi e uniteli alla cipolla quando sarà caramellata. Lasciate insaporire una decina di minuti a fuoco basso, poi aggiungete i piselli e le fave, mescolate e bagnate con del brodo vegetale. Lasciate stufare nel tegame coperto altri 20 minuti.

Se prevedete un menu con carne ( come in questo caso), potete far appassire la cipolla nel guanciale tagliato a fettine sottili.

Gelatina di arance e limone

  dalla cucina di Patrizia…


IMG_5535

Ingredienti per 6 gelatine

  • un limone
  • 4 arance
  • zucchero
  • 2 fogli di gelatina

Scaldare in un pentolino il succo del limone e delle arance con un po’ di zucchero. Due fogli di gelatina immersi in acqua fredda, poi strizzati e uniti al liquido caldo. Mettere la pellicola negli stampini, se sono rigidi. Un paio d’ore in frigo.

Pasta di mais agli ortaggi rossi e verdi

immagini e video ipad 7ott2014 2272Pasta secca senza glutine

Quando non avete tempo o voglia di tirare la sfoglia, potete preparare ottimi piatti di pasta, scegliendo attentamente tra ciò che offre il mercato delle paste senza glutine.

Il mio gusto e la mia esperienza convergono verso la pasta di mais. E’ molto saporita e tiene bene la cottura. Potete proporla a tutti, in famiglia e agli amici.

In alternativa, va bene anche la pasta di grano saraceno. Si trovano entrambe facilmente nei supermercati.

Eccovi quindi alcune ricette per sughi ricchi e saporiti, con ortaggi di stagione. Ideali quando si hanno in casa degli avanzi di verdure!

dalla cucina di Patrizia…

Penne di mais al sugo di pomodoro e fagioli

dalle ricette degli amici…

Spaghetti di mais al radicchio e speck

dalla cucina di Maria Vittoria…

Rigatoni di mais alla crema di broccolo
Eliche di mais con cime di rapa e carciofi

Penne di mais al sugo di pomodoro e fagioli

  dalla cucina di Patrizia…


IMG_5600Ingredienti

• 350 gr di penne rigate di mais
• un cespo di radicchio tardivo di Treviso
• un vasetto di fagioli borlotti
• salsa di pomodoro
• olio d’oliva e.v.
• sale, pepe, erbe aromatiche

In un tegame antiaderente stufare in poco olio del radicchio tardivo trevigiano, tagliato a striscioline, unire dei fagioli borlotti e della salsa di pomodoro, insaporire con sale, erbe aromatiche e pepe (abbondante, se piace).

Spaghetti di mais al radicchio e speck

dalle ricette degli amici…


 IMG_5602Ingredienti

• 350 gr di spaghetti di mais
• mezzo radicchio tondo di Chioggia
• 1 cipolla rossa piccola o uno scalogno
• 1 hg di speck
• olio
• sale, pepe

In un tegame largo e basso far soffriggere la cipolla tritata con un po’ di olio ( spesso la faccio cuocere solo con acqua e una volta ammorbidita aggiungo l’olio), aggiungere lo speck a filetti, poi il radicchio tagliato sottile.
Far cuocere per una decina di minuti mentre fate scaldare l’acqua della pasta ( in alternativa agli spaghetti, va benissimo anche il formato corto, come le mezze maniche).

Aggiungere alla salsa la pasta scolata e mantecare, aggiustare di sale e pepe, secondo i gusti.

Rigatoni di mais alla crema di broccolo

IMG_5542

Ingredienti per 6 persone

• 500 gr di rigatoni di mais
• 200 gr di fagiolini
• un broccolo siciliano
• aglio e peperoncino a piacere
• olio d’oliva e.v.
• sale

Lessare al dente i fagiolini ; scottare un broccolo, poi ripassarlo in padella con poco aglio e peperoncino, quindi frullarlo per ottenere una bella crema verde. Buttare in padella i fagiolini a pezzetti, versare la crema, infine la pasta ben scolata. Qualche minuto per insaporire e il piatto è pronto.