Olive all’arancia

Dalla cucina di Auretta… IMG_8388

Ingredienti

  • 20 olive verdi grosse in salamoia
  • 1 arancia
  • 1/2 limone
  • 1 spicchio d’aglio olio extravergine di oliva non filtrato
  • pepe

Denocciolare le olive, quindi metterle in una ciotola insieme con le bucce dell’arancia e del limone grattugiate e con una abbondante presa di pepe appena macinato.

Spremere il succo degli agrumi, poi col frullatore ad immersione emulsionarlo insieme ad un cucchiaio di olio e all’aglio schiacciato, aggiungere alle olive.

Lasciare macerare alcune ore prima di servire.

Bruschette saporite

Dalla cucina di Auretta… IMG_8383

Ingredienti

  • 4 fette tostate di pane senza glutine
  • 8 pomodorini
  • 4 pomodori secchi
  • 1 cucchiaio di capperi dissalati
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 peperoncino fresco
  • basilico
  • olio evo
  • sale

Tagliare i pomodorini in quarti, i pomodori secchi a cubetti, mettere in una ciotola e aggiungere capperi, peperoncino tritato, basilico spezzettato con le mani.

Condire con succo di limone, olio e sale, mescolare.

Dopo 15 minuti distribuire sulle fette di pane.

Pane senza glutine

Revuelto con asparagi e legumi

Un piatto di ispirazione spagnola, dalla cucina di Auretta

 IMG_7537

 

Ingredienti

  • 10 asparagi
  • 100 g di piselli sgranati
  • 100 g di fave sbucciate e spellate
  • 2 cipollotti con poco verde
  • 4 uova
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • olio evo
  • sale e pepe

Eliminare le parti dure degli asparagi e tagliare a rondelline. In una padella far scaldare poco olio, farvi saltare i cipollotti affettati ; appena saranno appassiti, aggiungere gli asparagi, i piselli e le fave, cuocere  a fuoco basso col coperchio, mescolando ogni tanto, fino a quando le verdure siano tenere.

Se c’è ancora del liquido far asciugare, regolare di sale, aggiungere il prezzemolo tritato e un’abbondante macinata di pepe.

Rompere le uova direttamente sulle verdure, mescolare e “rivoltare” velocemente più volte fino a quando uova e verdure siano amalgamate.

Servire caldo.

Zuppa friulana di ortiche

Dopo una bella passeggiata nei prati…

Paparot con le ortiche al posto degli spinaci, e senza burro!

IMG_7937Ingredienti per 4 persone

  • 500 g di ortiche
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 scalogni
  • 150 g di farina di granturco
  • 2 l di brodo vegetale
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Pulire e lavare la verdura, sbollentare velocemente in acqua salata, scolare dall’acqua in eccesso e tritare finemente.

In una pentola versare poco olio e far soffriggere gli spicchi d’aglio tagliati a pezzi ; una volta dorati eliminarli e fare insaporire in quell’olio lo scalogno affettato sottile, quindi aggiungere le ortiche, versare 1 litro e mezzo di brodo e far cuocere per 5 minuti.

A questo punto versare poco per volta nella pentola la farina da polenta a pioggia mescolando accuratamente per evitare grumi. Riportare a bollore piano per 40 minuti mescolando di tanto in tanto, aggiungere ancora brodo se dovesse risultare troppo densa, regolare di sale e spolverare di pepe.

Servire calda.

Zuppa con grano saraceno

IMG_4433Ingredienti

  • le foglie esterne di una verza di medie dimensioni (il cuore conservatelo per un’insalata)
  • un porro
  • 2 patate medie
  • 50 g di grano saraceno intero
  • 1 l di brodo vegetale
  • 2 foglie di alloro
  • uno spicchio d’aglio
  • un cucchiaio di foglie di timo
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Lavare accuratamente le foglie della verza e tagliare a listarelle, sbucciare e tagliare a cubetti le patate, risciacquare e scolare i chicchi di grano saraceno.

Pulire e affettare sottilmente il porro, compresa la parte tenera del verde, mettere in una casseruola di coccio poco olio, fare appassire il porro, l’aglio affettato finemente e l’alloro, aggiungere le altre verdure, mescolare e dopo un paio di minuti aggiungere il timo e il brodo.

Proseguire la cottura per venti minuti, aggiungere il grano saraceno, continuare la cottura a fuoco moderato e dopo mezz’ora, se i chicchi di grano saraceno saranno morbidi, potete servire con una macinata di pepe.

A piacere, potete accompagnare il piatto con un’insalata di fagioli borlotti e sedano a rondelle.

Minestra di cardi e topinambur

dalle ricette degli amici…


IMG_5001Ritorna Auretta con le sue saporite ricette vegetariane.

Il suo antipasto di topinambur ha avuto molto successo tra voi lettori del blog … per cui eccovi un’altra ricetta con le verdure che avete apprezzato!

Ingredienti

  • 700 g di cardo (meglio “gobbo”, cioè imbianchito)
  • 4 topinambur
  • succo di 1/2 limone
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 uova
  • 3 cucchiai di crema di riso
  • un litro di brodo vegetale
  • un cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 2 foglie di alloro
  • olio extravergine di oliva
  • noce moscata, sale e pepe

Mondare e pulire i cardi avendo cura di eliminare accuratamente i filamenti, tagliare a pezzetti di 1 cm e lessare al dente in acqua salata e acidulata per evitare l’inscurimento. Nel frattempo spellare i topinambur e affettarli, aggiungere ai cardi e continuare la cottura fino a quando le verdure siano cotte, quindi scolare.

In un tegame scaldare l’olio con l’aglio tritato, versare nel soffritto le verdure e l’alloro, fare rosolare alcuni minuti e quindi aggiungere il prezzemolo e il brodo, regolare di sale e proseguire la cottura per 30 minuti.

Sbattere le uova con un pizzico di sale e una abbondante macinata di pepe e noce moscata, aggiungere la crema di riso e il succo di limone, mescolare e versare nella zuppiera, versare sull’uovo la zuppa bollente, mescolare velocemente e servire subito.

Antipasto vietnamita di noodles di riso

IMG_5415

dalle ricette degli amici…

Ritorna Auretta con le sue ricette, solitamente vegetariane, spesso vegane, ispirate alla cucina etnica e alle cucine tradizionali italiane.

  • 150 g di noodles (spaghetti) di riso
  • 2 carote
  • un cuore di sedano
  • 10 cm di daikon (o 5 ravanelli)
  • una piccola cipolla rossa
  • 2 lime
  • un peperoncino verde fresco
  • 2 cm di radice di zenzero fresco
  • un gambo di lemon grass fresco
  • un cucchiaio di coriandolo tritato
  • uno spicchio d’aglio
  • 3 cucchiai di olio di sesamo (sostituibile anche con olio extravergine di oliva)
  • 3 cucchiai di salsa di soia

Lessare in abbondante acqua salata i noodles, scolare, passare sotto l’acqua fredda. Con l’aiuto di forbici tagliarli grossolanamente alla lunghezza di circa 8/10 cm e metterli in una ciotola con le carote e la radice di daikon (o i ravanelli) grattugiati grossolanamente, il sedano, la cipolla e il peperoncino (senza semi) affettati sottilissimi, la radice di zenzero grattugiata, il gambo di lemon-grass affettato molto sottile, l’aglio schiacciato, l’olio, il succo dei lime, la salsa di soia e il coriandolo.

Mescolare e tenere in frigorifero alcune ore prima di servire.

(Nella foto di Adriana, un fiore di carota ricavato con un piccolo attrezzo da cucina molto usato in Vietnam)