Pasta al forno con spinaci e cannellini

IMG_5634Piatto impegnativo ma che vale la pena provare, frutto della  collaborazione tra me e Loredana: lei abilissima ad impastare con antica esperienza, io determinata ad ottenere una buona pasta al forno anche senza l’aiuto legante del glutine.

Questa volta poi abbiamo provato anche senza uova!

Il risultato è decisamente soddisfacente : conviene fare strisce corte e non troppo sottili, abbondando poi con un ripieno cremoso, che lega insieme il tutto.

Ingredienti per 4 persone

  • 200 g di farina di grano saraceno
  • 100 g di farina di riso
  • acqua q.b
  • un cucchiaio d’olio
  • 1 kg di spinaci
  • 3-4 cipolline fresche
  • 2 vasetti di cannellini
  • qualche cucchiaiata di parmigiano stagionato 36 mesi
  • sale alle erbe, pepe aromatico del Madagascar, cumino secco

Dopo aver tostato la farina di saraceno in una padella antiaderente, si fa la fontana con la farina di riso e un pizzico di sale, quindi si aggiunge l’acqua poca per volta e un po’ d’olio finché si riesce ad impastare e a formare una palla.
Dividere la palla in due o tre parti e tirare le sfoglie col matterello, facendo attenzione a non romperle (conviene tenerle un po’ più spesse di quelle che si fanno con la farina di frumento). Tagliare le sfoglie a strisce di 3-4 cm per 10 circa. Fatele asciugare un po’, poi mettete a cuocere per pochi minuti in acqua leggermente salata e disponetele su un canovaccio.

Fate appassire gli spinaci nella loro acqua insieme a delle cipolline fresche affettate sottili, poi strizzateli e insaporiteli con poco sale alle erbe.

Scolate e sciacquate sotto acqua corrente i cannellini, quindi frullateli nel mixer con un pizzico di cumino e un pizzico di pepe aromatico del Madagascar ( molto profumato, ma non piccante).

In una teglia ben oliata disponete le strisce di pasta, alternandole con gli spinaci ricoperti di parmigiano e la crema di cannellini. Terminate con una spolverata di parmigiano e infornate finché la superficie non appare dorata.

Polpette miste con broccoli al vino

IMG_5545Ingredienti per 4 persone

  • 500 g di carne tritata di manzo, maiale, pollo
  • 2 uova
  • 2 patate lesse schiacciate + 3 per le crocchette
  • pangrattato di mais
  • 1 Kg di bieta
  • 200 g di farine : di saraceno tostata e di riso
  • rosmarino, salvia, aglio
  • sale
  • un paio di broccoli romaneschi
  • olio di oliva o di arachide per friggere
  • vino bianco

Polpettine di carne mista

Lessare e far freddare le patate. Schiacciarle, unire l’uovo e la carne, salare leggermente. Farne polpettine con le mani bagnate, passarle nel pangrattato e friggere.

Polpette piatte di bieta

Lessare la bieta, scolarla bene, poi tagliarla finemente con il coltello. Aggiungere uno spicchio d’aglio schiacciato, sale, la farina di saraceno tostata, poi quella di riso. Si mescola tutto in una ciotola e si lascia riposare almeno un’ora. Col cucchiaio si ricavano delle polpettine , che si schiacciano leggermente tra le mani. Cuocere in padella o in forno.

Crocchette di patate

Lessare le patate, schiacciarle con la forchetta, aggiungere l’uovo, il sale e un trito di salvia e rosmarino. Dare la forma, passare le crocchette nel pangrattato e friggere.

Broccoli romaneschi al vino
Separare le cimette e cuocerle scoperte in un tegame con olio, aglio vestito, sale, peperoncino. A metà cottura bagnare con vino bianco.

Sistemare nel piatto di portata i broccoli intorno ai diversi tipi di polpette.

Crostata con la cotognata

IMG_6882Ingredienti

  • 150 g di farina di riso
  • 150 g di fecola di patate
  • 130 g di zucchero di canna
  • 100 g di margarina di soia
  • 1 uovo intero + 2 rossi
  • confettura di cotogne
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato
  • sale, un pizzico

Si mischiano farina e fecola e si fa la fontana.
Si lavora la margarina (ammorbidita a temperatura ambiente) con lo zucchero, fino ad ottenere una crema. Si aggiunge un pizzico di sale, il bicarbonato e le uova, una alla volta.
Si incorpora la crema ottenuta alle farine lavorando con le mani e si forma una palla. Far riposare 5 minuti.
Ungere una teglia con la margarina. Spianare la palla ( tranne una piccola parte che servirà per le striscioline) direttamente sulla teglia formando anche un bordo con le mani.

Distribuire bene la cotognata ( se avete quella a pasta dura, fatela prima ammorbidire con un po’ d’acqua) o la gelatina di cotogne, completare con le striscioline disposte a vostro gusto.

Spennellare il bordo e la superficie della crostata con un uovo sbattuto, subito dopo spolverare con zucchero di canna.
Infornare a 170° per 20 minuti circa, fino a doratura.

Risotto all’arancia

IMG_7025

Ingredienti per 4 persone

  • 350 g di riso per risotti
  • una cipolla
  • il succo di 2 arance
  • olio d’oliva e.v.
  • brodo vegetale

Si soffrigge un po’ di cipolla tritata con olio, poi si aggiunge il riso facendolo rosolare fino a che si è colorito un po’ ed ha assorbito tutto il grasso.
A questo punto si comincia ad aggiungere brodo caldo (va bene anche acqua e dado!) ma poco alla volta, mescolando spesso fino a completa cottura.
Spento il gas, si aggiunge il succo delle arance, lasciando asciugare il riso per 1-2 minuti.

Nodini ai funghi con patate alla salvia

IMG_6894Ingredienti per 4 persone

  • 4 costolette di vitello
  • 40 g di funghi secchi
  • sale, pepe
  • olio extravergine d’oliva

Rosolare una costoletta di vitello ( nodino) con sale e pepe e metterla da parte.

Rosolare con poco olio dei funghi secchi, precedentemente ammollati.

Su un foglio di carta stagnola stendere una cucchiaiata di funghi, appoggiare sopra il nodino, coprire con altri funghi e chiudere il tutto a fazzoletto. Scaldare in forno per pochi minuti.

Potete accompagnare il piatto con patate saltate in padella con abbondante salvia.

Torta caprese

IMG_7036Non mi è ancora capitato di gustarne una così buona…

Nives la prepara per i compleanni delle nipoti, e anche per il mio!

Ingredienti

  • 250 g di mandorle non pelate
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 180 g. di zucchero
  • 100 g. di margarina di soia o di burro senza lattosio
  • 6 uova intere
  • una bustina di cremortartaro

Triturare insieme nel robot 250 g di mandorle non pelate e 200 g di cioccolato fondente fino a formare quasi una farina. Aggiungere : 180 g di zucchero, 100 g di margarina ammorbidita, 6 uova intere, una bustina di cremortartaro.

Mescolare bene il tutto (viene abbastanza liquido, non preoccuparsi) e versare in una teglia di circa 30 cm di diametro, coprendola con carta stagnola ben chiusa tutto intorno.

Mettere in forno a 180° per 30 minuti, poi levare la stagnola e continuare a cuocere per ancora 15 minuti a teglia scoperta. Lasciare freddare in forno spento.