Dolcetti all’amaranto

 img_9444

Ingredienti

  • cioccolato fondente
  • amaranto soffiato
  • mandorle tostate
  • zenzero disidratato

(Per le quantità, regolarsi a gusto…)

Far sciogliere del cioccolato fondente a quadrotti in un recipiente capiente, aggiungere un po’ alla volta l’amaranto finché viene assorbito.

Dividere in due parti l’impasto e unire ad una parte le mandorle tritate grossolanamente, all’altra lo zenzero in dadini piccoli.

Con due cucchiaini prelevare piccole dosi di impasto e versarle nei pirottini di carta, senza preoccuparsi se avranno una forma irregolare. (Potreste scegliere pirottini di colore diverso : uno per i dolcetti con le mandorle, l’altro per quelli con lo zenzero)

Conservare in frigo per qualche ora, fino al momento di servire.

Pasticcini di mais…

… con castagne e succo di melagrana

pasticcini di mais ravvicinatiIngredienti per due dozzine di biscotti

  • farina di mais fioretto 240 g.
  • fecola 120 g.
  • zucchero di canna 120 g.
  • olio di girasole, 4 cucchiai
  • 2 uova
  • buccia grattugiata e succo di un limone
  • quadretti di cioccolato fondente

Si mescola il tutto ottenendo un impasto morbido che si distribuisce a cucchiaiate distanziate sulla carta forno, posizionando sopra ciascuna pallina un quadretto di cioccolato.

Potete servirli con castagne arrostite, accompagnati da succo di melagrana.

Cioccolato croccante con nocciole

dalla cucina di Maria Vittoria… 


 

Un pomeriggio a Milano

IMG_6850
Milano mi piace molto. Quando ci capito vado a cercare le cose che non conosco, così la scorsa settimana ho passato un bel pomeriggio tra le architetture di Porta Nuova.

La sera ho fatto una piacevole scoperta a cena da Piero e Pia, un ottimo ristorante di cucina piacentina. Quando ho chiesto a Micaela qualcosa di dolce senza lattosio e senza glutine mi ha proposto il Croccante di nocciole e cioccolato. Buonissimo.

Qui vi descrivo come l’ho fatto io a casa.

Ingredienti per 6 pezzi

  • 100 g di cioccolato fondente di ottima qualità ( circa 6 quadrotti)
  • 15 nocciole intere tostate

Ho messo a sciogliere il cioccolato in un pentolino a bagnomaria, ho aggiunto le nocciole e mescolato bene.

Ho usato le nocciole tonde romane, che vengono dal viterbese, ma in Italia, oltre alle famose nocciole del Piemonte, ve ne sono molte altre di ottime.

Con un cucchiaio di legno ho raccolto e versato a più riprese il cioccolato su un largo piatto piano, ricoperto con carta da forno. Bisogna fare un po’ d’attenzione a dare una forma tondeggiante oppure ovale e a far capitare 2 o 3 nocciole per cucchiaiata.

Subito in frigorifero! Dopo un paio d’ore il cioccolato croccante era pronto.

Da Piero e Pia lo servono su un piatto bianco spolverato di cacao e ti dicono di mangiare i croccanti con le mani… la forchetta bianca che vedi nel piatto è un’illusione!

Ricette con l’uva

Ancora arte e ricette!uva vaniglia e zucchero 001

Il gioioso acquerello di Anna Maria Tani apre lo sguardo sulle dolci uve ottobrine…

Ecco quindi tre ricette con l’uva :
una confettura squisita ( da spalmare su fette biscottate senza glutine o sfoglie di saraceno, o cialde di riso…), un dessert a base di frutta e parmigiano, e una crostata.

 

Confettura di uva fragola, di Claudia
Cestini di parmigiano con uva, pere e noci, di Maria Vittoria
Crostata con l’uva, di Loredana

 

Anna Maria Tani
Artista romana, inizia il suo percorso nei laboratori artigianali di Pesaro e Urbino, dove approfondisce la passione per il restauro ligneo e supporti metallici. A Roma, dove vive e ha il suo studio, incontra l’arte incisoria nell’Atelier 50, ed entra a far parte dell’Associazione Internazionale Incisori. Porta avanti insieme alla calcografia anche la pittura segnica e materica. Le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private. In permanenza a Roma, Berlino, Venezia.

e-mail tani.anna.maria@gmail.com
Anna Maria Tani: http://www.facebook Anna Maria Tani -Pittore/Incisore
Anna Maria Tani – Google+

Crostini, crespelle, galettes e altre preparazioni con farine senza glutine

Prugne e pere d’artista

Ritorno settembrino con gli amici artisti!

 

IMG_6562Marco generosamente mi manda un pastello su carta con prugne e un olio su tela con pere.

Immagini nitide ed eleganti…

in armonioso contrasto con le mie ricette rusticotte!

 

IMG_6564

Torta di saraceno alle prugne
Ciambellone alle pere e cioccolato

 

Marco Massimiani si occupa da oltre 25 anni di decorazione di interni, riproduzione di dipinti antichi, restauro.
Tra i lavori del suo Studio vanno ricordate le decorazioni per il Ministero degli Esteri, per il Ministero della Marina, per l’Arma dei Carabinieri e lo Stato Maggiore della Marina, oltre che per negozi, alberghi, ristoranti. Da segnalare i restauri del Castello di Fighine, di vari palazzi storici e abitazioni private, in Italia e all’estero.

Sito web http://www.massimiani-art.com

Torta di saraceno alle prugne

 dalla cucina di Maria Vittoria… 


 

Frutta a chilometri zero

IMG_6562

Lo scorso mese i nostri vicini di casa a Bibbiena ci hanno regalato un enorme cesto di susine dolcissime del loro albero, una meraviglia! Ne abbiamo mangiate la maggior parte, con le altre ho fatto una torta che mi è venuta proprio buona.

In quell’occasione ho usato le giallo- verdine, ma ho riprovato mischiando prugne ( o susine) di vari colori, dalle rosse alle gialle alle viola, sempre con ottimi risultati. Io tendo a non mettere troppo zucchero, mi piacciono i dolci un po’ agretti, ma potete abbondare se preferite dolci più … dolci.

Ingredienti

  • 180 g di zucchero di canna
  • 150 g di farina di grano saraceno
  • 100 g di farina di riso
  • 3 uova
  • 100 g di olio di girasole
  • 200 ml di latte di soia
  • 20 g di cremortartaro
  • 8-10 prugne

Montate in una ciotola uova e zucchero, quindi la farina poca per volta con il lievito, infine l’olio e il latte. Per ultimo aggiungete all’impasto le prugne, a cui avrete lasciato la buccia, tagliate a pezzetti non piccolissimi.

Ungete una forma con margarina, e spolverate con zucchero di canna. L’impasto risulterà piuttosto fluido.

Infornate a 190° per 60 minuti, lasciate intiepidire e asciugare in forno.

(Pastello su carta di Marco Massimiani)

Crostata di pesche

 dalla cucina di Loredana…


IMG_4735
Ingredienti

  • 200 gr farina di riso
  • 200 gr fecola di patate
  •  130 gr zucchero
  • 125 gr margarina vegetale biologica
  • 2 uova intere + un rosso
  • confettura di pesche
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato
  • sale

Si mischiano le due farine e si fa la fontana.
Si lavora la margarina, precedentemente ammorbidita a temperatura ambiente, con lo zucchero, fino ad ottenere una crema, a cui si aggiunge un pizzico di sale, il bicarbonato e le uova, una alla volta. Si incorpora la crema alla farina lavorando con le mani e si forma una palla. Far riposare 5 minuti.
Ungere una teglia con la margarina. Spianare la palla con le mani formando un disco (conservare una piccola quantità di pasta per le striscioline).
Sistemare il disco di pasta sulla teglia, distribuire bene la confettura di pesche, completare con le striscioline di pasta messe a raggiera o a griglia.
Spennellare il bordo e la superficie della crostata con un uovo battuto, subito dopo spolverare con zucchero di canna.
Infornare a 180° per 20 minuti circa.